Gli Omega-3 sono acidi grassi, il cui nome deriva dai 3 doppi legami di cui sono costituiti; vengono detti essenziali perché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli, e per questo abbiamo bisogno di assumerli attraverso le fonti alimentari: in particolare pesce, noci e frutta secca, ma anche pollo e tacchino. Possiedono importanti proprietà terapeutiche, tanto da essere considerati veri e propri farmaci.
Soprattutto è nota la loro capacità di ridurre la sintesi e la metabolizzazione dei trigliceridi: essendo in grado di abbassarne i livelli nel sangue, gli Omega-3 sono un’arma fondamentale nel trattamento per l’ipertrigliceridemia. Si tratta di farmaci efficaci e sicuri, con assenza di effetti collaterali, ideali per una terapia a lungo termine.

Come ricorda il Prof. Roberto Volpe, gli Omega-3 possono anche essere utilizzati efficacemente nel post infarto, grazie ai risultati di uno studio italiano famoso in tutto il mondo, il GISSI Prevenzione, che ha dato un impulso importante al trattamento dei pazienti colpiti da un evento cardiovascolare: lo studio ha infatti dimostrato che somministrando 1 solo grammo al giorno di Omega-3 è possibile prevenire l’eventualità di un secondo infarto e la mortalità cardiovascolare, grazie all’azione antiaritimica esercitata da questi farmaci.


Anche il Ministero della Salute ha riconosciuto l’efficacia degli Omega-3 nella prevenzione cardiovascolare dei pazienti già colpiti da infarto, rendendone gratuita la prescrizione per alcune categorie di pazienti.
Il Prof. Alessandro Mugelli (guarda l’intervista), Ordinario di Farmacologia e Direttore Dipartimento NEUROFARBA di Firenze, ricorda che la capacità degli Omega-3 di esercitare queste funzioni dipende dalla loro qualità, purezza e concentrazione.
Nello specifico, è importante usufruire di formulazioni che abbiano una concentrazione superiore all’85%. In questo senso, le garanzie di sicurezza  necessarie possono arrivare soltanto dalle specialità farmaceutiche, in quanto gli integratori non sono soggetti agli stessi rigorosi controlli richiesti per l’immissione in commercio dei farmaci.