Consumare più frutta e verdura, ridurre il consumo di grassi e combattere la pigrizia. Questi alcuni dei consigli e delle raccomandazioni per preservare la salute cardiovascolare.
Ce ne parla il Dott. Michele Gulizia, Presidente ANMCO – Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri.

Noi dovremmo consumare circa 400-450 g di pesce alla settimana, meglio se cotto, perché questo permette agli omega-3 di sciogliersi maggiormente e di agire maggiormente e poi dobbiamo consumare più frutta, dobbiamo considerare un consumo di frutta di almeno tre-quattro volte al giorno per un totale di almeno 200-300 g di frutta e di 400-500 g di verdure. Questo non solo ci aiuta a riempire lo stomaco e, quindi, a ridurre la fame, a non riempirci di grassi, ma ci aiuta, soprattutto, ad avere maggiori scorie, a digerire meglio, protegge anche l’intestino dal cancro del colon e questo è un fattore positivo. Dobbiamo ridurre l’apporto di grassi, non solo animali: la carne rossa non più di due volte alla settimana, i formaggi non più di due volte alla settimana, per non più di 75 g alla settimana, e, soprattutto, dovremmo fare delle cose importantissime: ridurre, se non abolire il fumo, abbattere il colesterolo in questo modo, ridurre e curare i valori di pressione alta, elevata, se presenti, combattere il diabete per chi, purtroppo, ne è afflitto. Un paziente diabetico è come un paziente che ha già sofferto un infarto miocardico. Curare il diabete significa ritornare in una condizione di pre-anormalità e, quindi, ritornare ad essere un soggetto sano. E, poi, combattere quello che è il killer silenzioso, più pericoloso, che ci sta ammazzando, sta ammazzando gli italiani, lo dimostrano queste carte, queste tavole, che è la pigrizia. Purtroppo, gli italiani stanno diventando sedentari e lo diventano più le donne che non gli uomini, probabilmente le donne, soprattutto, di una certa età. Bene, fare almeno cento ottanta minuti di moto alla settimana, mezz’ora, venti minuti al giorno, camminare a passo veloce per almeno 5 km in due ore è un toccasana e significa migliorare e consumare quei grassi, gli zuccheri in più e bruciarli, quindi, eliminarli dall’organismo, significa migliorare la circolazione non solo dei nostri muscoli, ma di quello che è il muscolo più importante, che è il cuore. Perché il cuore va allenato, come vanno allenate le braccia e le gambe. Allenando il cuore, alleniamo la nostra salute, miglioriamo la nostra salute, allunghiamo la nostra vita, quindi, faremo anche una vecchiaia migliore, perché miglioreremo la qualità della vita.