Una ricetta semplice, gustosa e soprattutto salutare per aiutare il nostro organismo a mantenere sotto controllo il livello regolare di colesterolo. E non solo.

Dalla natura ci viene in aiuto un alimento molto diffuso, ottimo anche per la cucina vegetariana e vegana: il fungo.
Il fungo Shiitake (Lentinula Edodes), in particolare, è un parassita del tronco della quercia, dalla quale prende letteralmente il nome. In genere, si trova in commercio secco nei negozi di alimenti bio. Nel caso in cui non doveste riuscire a trovarlo, può essere sostituito dalla specie italiana cosiddetta del fungo “orecchione” (Pleurotus ostreatus).
Questo fungo giapponese dal sapore molto intenso è il secondo fungo commestibile più consumato al mondo. Ricco di proteine (che corrispondono al 17,5% del totale di materia secca), contiene nove amminoacidi essenziali (tra cui l’eritadenina e il lentinano).

È ritenuto uno dei principali rimedi per i ristagni da eccesso di sale. Favorisce la diuresi, quindi aiuta anche a eliminare l’eccesso di liquidi.

Inoltre, è un valido aiuto per abbassare il colesterolo cattivo e migliorare la circolazione e la salute del cuore, grazie al suo contenuto di eritadenina, un amminoacido che riduce la formazione di placche nelle arterie.

Il fungo Shiitake contiene una serie di agenti stimolanti tra cui il lentinano, un beta-glucano con attività antiossidante e antitumorale, utilizzato per il trattamento di tumori allo stomaco, ma si è visto anche che ha un ruolo nella protezione del fegato, nell’alleviare disturbi di stomaco (iperacidità, calcoli biliari, ulcere), in caso di anemia, ascite e versamento pleurico. Infine, ha proprietà antivirali (contro virus come l’HIV, l’epatite e il comune raffreddore), antibatteriche, antimicrobiche ed effetti nella stabilizzazione dei livelli di zuccheri nel sangue.

 

Ingredienti per 3-4 persone

  • 600 gr. di funghi chiodini
  • 6 patate
  • 80 gr. di funghi secchi Shiitake o “orecchioni”
  • salsa di soia q.b.
  • 1 mazzo di prezzemolo
  • olio extra-vergine di oliva q.b.
  • 2-3 spicchi d’aglio
  • pepe nero q.b.
Difficoltà
  • Facile
Tempo di realizzazione
  • 1 ora
Preparazione
Sbucciate le patate e tagliatele a tocchetti. Mettetele in ammollo in un contenitore capiente con acqua tiepida. Unite i funghi chiodini e gli shiitake, tagliati a pezzetti, e lasciateli ammorbidire per 20 minuti. Scolateli e versate il tutto in un padella ampia, aggiungendo olio extra-vergine di oliva quanto basta e gli spicchi d’aglio interi (rimuovendoli appena cotti), un po’ di prezzemolo tritato e un pizzico di pepe nero.

Cuocete a fuoco moderato per circa 15-20 minuti, evitando di far rosolare le patate e i funghi. Prima che l’acqua naturale di cottura sia sfumata, spegnete e coprite.

Utilizzando della carta forno e dello spago da cucina, create un fagottino, versandovi il composto di patate misto a funghi, irrorando con salsa di soia a sufficienza e aggiungendo la rimanente parte del prezzemolo tritato. Chiudete il fagottino e mettete in forno, a 120°, per 40 minuti – 1 ora.

Servite ancora caldi, direttamente nel piatto da portata, ciascuno per porzione, i fagottini di carta forno.