La Food and Drug Administration (FDA) ha autorizzato un nuovo test di screening, detto PLAC test, per predire il rischio di infarto o di altri problemi cardiaci, in adulti che non abbiano però una storia di malattie cardiache.

“Un test cardiaco per predire il rischio di malattie cardiovascolari può aiutare gli operatori sanitari a identificare questi pazienti prima che essi subiscano un evento cardiaco grave”, ha dichiarato Alberto Gutierrez, direttore dell’Ufficio dei Sistemi Diagnostici In Vitro e della Salubrità Radiologica nel Centro FDA per le Unità e la Salubrità Radiologica. Ha inoltre aggiunto, “Ci auguriamo che questo test migliori la cura preventiva dei pazienti, riducendo mortalità e morbilità correlate agli eventi cardiovascolari.”

Il PLAC test (già disponibile anche in Italia) è un semplice esame del sangue che determina l’attività della proteina Lp-PLA2 (fosfolipasi A2 associata alle lipoproteine), un marcatore biologico specifico coinvolto nella formazione della placca ateroslerotica, lesione che si forma sulla parete dei vasi, causa un restringimento delle arterie e determina eventi coronarici avversi.

Nello studio di validazione per il PLAC test, i ricercatori hanno effettuato l’esame su 4.598 partecipanti di età compresa tra 45 e 92 anni, senza storia pregressa di malattia coronarica. Li hanno monitorati per diversi anni registrando i casi di attacco cardiaco. Il follow-up dopo 5 anni ha dimostrato che i partecipanti con valori più alti di Lp-PLA2 (superiori a 225 nmol/min/mL) hanno avuto un tasso di eventi coronarici del 7 %, mentre i pazienti con i risultati più bassi (al di sotto di tale livello) hanno avuto un tasso di eventi coronarici del 3,3 %. Tali percentuali hanno dimostrato l’attendibilità dell’esame nel predire l’evento cardiaco, e la sua grande utilità nella prevenzione.

In Italia esistono già laboratori convenzionati per effettuare il PLAC test, che associato agli esami standard del colesterolo e dell’ipertrigliceridemia, fornisce al medico un parametro aggiuntivo di informazione nella valutazione del rischio cardiovascolare.

Link utili http://www.fda.gov/NewsEvents/Newsroom/PressAnnouncements/ucm426799.htm http://www.plactest.it/